Il Decreto Legislativo 8 giugno 2001 n. 231 ha introdotto il concetto dellaresponsabilità amministrativa a carico delle persone giuridiche,

Che cosa vuol dire “responsabilità amministrava”?

Tale concetto stabilisce la responsabilità dell’ente per alcune tipologie di reati(sono circa 150 reati) commessi nell’interesse o a vantaggio dell’ente stesso. I reati sono di vario genere (tra di essi evidenziamo come esempio: i reati di corruzione e concussione, i reati ambientali, quelli di riciclaggio e anche i reati di omicidio colposo e lesioni colpose gravi o gravissime, commessi con violazione delle norme antinfortunistiche e sulla tutela dell’igiene e della salute sul lavoro). Questa particolare forma di responsabilità impatta principalmente sui patrimoni societari. Le sanzioni previste sono di tipo economico (da un minimo di 25.500 ad un massimo di 1.550.000), interdittivo, di confisca, di pubblicazione della sentenza. L’applicazione del Decreto 231 consente all’ente di evitare il pagamento delle relative sanzioni qualora dimostri di aver adottato un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (qui di seguito definito Modello 231) idoneo a prevenire la commissione degli illeciti previsti.
Modello di organizzazione, gestione e controllo (o Modello Organizzativo)
La redazione del Modello Organizzativo è il primo passaggio da compiere se l’azienda vuole beneficiare dei vantaggi offerti dal Decreto 231 in termini di responsabilità e soprattutto di sanzioni. BCO Consulting grazie ad una specifica attività di mappatura dei processi , dei ruoli aziendali e delle aree sensibili, di valutazione dei rischi aziendali è in grado di mettere a disposizione un Modello 231 dotato di tutte le caratteristiche richieste dalla normativa nonché comprensivo di protocolli di prevenzione e di piani di miglioramento che consentono di attuare le misure più adeguate al fine di ridurre i rischi identificati nelle aree sensibili.
Codice Etico
E' il documento che contiene tutte le disposizioni che l'Azienda impone al proprio interno per quanto riguarda il comportamento dei propri dipendenti e/o collaboratori, i rapporti con i clienti e i fornitori. Tale Codice regola quindi la condotta di chiunque entri in contatto con l'azienda. BCO Consulting collabora alla redazione dei Codici Etici tenendo conto del Modello 231, delle condizioni aziendali, degli aspetti organizzativi concordandone la costruzione con la figure apicali dell'Azienda.
Sistema disciplinare e sanzionatorio
Racchiude al suo interno l'insieme delle misure disciplinari e delle sanzioni da attuare in caso di comportamenti contrari a quanto riportato nel Modello 231 e nel Codice Etico BCO Consulting assiste l’Azienda nella preparazione di sistemi disciplinari e sanzionatori in osservanza a quanto previsto dalla normativa e dai CCNL dei settori in cui operano le aziende.
Organismo di Vigilanza
L'Organismo di Vigilanza (o OdV) è l'organo in grado di verificare la concreta applicazione del Modello 231 e del Codice Etico da parte dell'Azienda. BCO assiste l’Azienda fornendo indicazioni e suggerimenti per la scelta più adeguata in merito alla costituzione del suddetto organismo in modo tale che sia pienamente conforme rispetto alla costituzione societaria e all'assetto organizzativo dell'azienda. BCO inoltre continua ad assistere l'azienda anche nelle fasi di avviamento, monitoraggio e vigilanza sull'attuazione e sugli adempimenti previsti dal Modello 231.
Formazione al personale (figure apicali e funzioni interessate)
BCO Consulting si occupa dell’erogazione di interventi formativi ad hoc in materia di 231 per garantire la piena applicazione del Modello. Gli interventi formativi riguardano le funzioni apicali ed eventuali altre funzioni concordate con l’azienda in relazione ai ruoli aziendali interessati sulla base dei rischi accertati, degli adempimenti previsti e del coinvolgimento per le attività di miglioramento da adottare. Programmi, modi e tempi di intervento vengono concordati direttamente con l'azienda.