LA RESPONSABILITA' AMMINISTRATIVA A CARICO DELLE PERSONE GIURIDICHE Il decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231



Tale concetto stabilisce la responsabilità dell’ente per alcune tipologie di reati commessi nell’interesse o a vantaggio dell’ ente stesso.

I reati sono di vario genere, tra di essi evidenziamo come esempio:
- i reati di corruzione e concussione
- i reati ambientali
- i reati legati al mondo del riciclaggio
- i reati di omicidio colposo e lesioni colpose gravi o gravissime, commessi con violazione delle norme antinfortunistiche e sulla tutela dell’igiene e della salute sul lavoro.
 
 

DOMANDE

 
1QUALI SONO LE SANZIONI PREVISTE?
Questa particolare forma di responsabilità impatta principalmente sui patrimoni societari. Le sanzioni previste sono di tipo economico (da un minimo di 25.500 ad un massimo di 1.550.00), interdittivo, di confisca, di pubblicazione della sentenza.
2CHE COSA EVITA IL PAGAMENTO DELLE SANZIONI?
L’applicazione del Decreto 231 consente all’ente di evitare il pagamento delle relative sanzioni qualora dimostri di aver adottato un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (definito Modello 231) idoneo a prevenire la commissione degli illeciti previsti.